Consigli: Come organizzare una mostra

Se state leggendo questo articolo, probabilmente avete un bel pò di foto archiviate che aspettano solo di uscire allo scoperto.
Naturalmente, non stiamo parlando di far vedere le foto su Flickr o su Facebook, ma di esporle in una vera mostra fotografica.

Recentemente ho avuto la fortuna di poter esporre le mie foto, per la prima volta…in una serata dedicata al progetto luci distorte.
Mi piacerebbe condividere con voi i passaggi che ho affrontato per preparare e presentare questa mostra, visto che non è così difficile come si potrebbe pensare!
Tutte le immagini che vedete sono state scattate durante la mia prima esposizione.

Dove esporre le foto?

Non vi fate spaventare dalle parole “esposizione” e “mostra”, una mostra è solo una esposizione al pubblico del vostro lavoro che potrebbe svolgersi tranquillamente in un ristorante o in una libreria, che diventano gallerie per una notte.
Stà a voi e al responsabile dei locali cercare di predisporre la sala per dare risalto e coerenza alla galleria.

foto mostra foollyk Anche bar, biblioteche, centri sociali, scuole e università sono tutti luoghi ideali per fare una mostra. In poche parole: Siate creativi, non sapete come essere creativi? leggete QUI.

Non abbiate paura di avvicinarvi ai luoghi che non hanno mai allestito mostre prima di oggi.
Alla fine vi servono solo 4 muri e delle persone che possono guardare i vostri lavori.

Ma andiamo al sodo…quanto costa fare una mostra?

Euro_Skyline_by_GuruAustin

Prima dei costi parliamo dei benefici…ci sono moltissimi benefici. Puoi far vedere il tuo lavoro al pubblico, è iniziare a farti un tuo nome nella piccola o grande realtà che la tua esposizione abbraccerà.
Puoi vedere le espressioni che susciti negli spettatori, capire quale foto blocca le persone a guardarla e quale invece viene vista con superficialità perchè ritenuta banale e con un pò di fortuna…potresti riuscire a vendere qualche foto o a racimolare un lavoro.

Esporre foto in una mostra anche il modo migliore per migliorare la vostra fiducia come artisti, ricordatevi che la fotografia è arte, quindi cerchiamo di farla uscire dagli hard disk e dai siti web!

Ora arriviamo ai costi…le cose che sicuramente devi tenere in considerazione sono: la stampa, le cornici, il costo dello spazio espositivo, e qualsiasi cibo o bevande che se volete, potete fornire.
Prendete tutte queste cose in considerazione prima di cominciare.

soldi_mostra

I costi di stampa variano dalla grandezza della stampa e dal supporto, per la mia mostra volevo stampare le foto sul forex, ma 20 euro a stampa mi sono sembrati un pò eccessivi…allora ho deciso di stampare le foto su carta fotografica, formato 20×30, e di usare come cornice un foglio di cartonlegno che ha un bel colore vaniglia e una buona robustezza.

mostra_michele cirillo_foollyk

Prima di iniziare spendere un sacco di soldi in stampe, considerate l’investimento rispetto all’ambiente in cui esporrete, quindi se riuscite ad’esporre le foto in una galleria famosa…non badate a spese!

Purtroppo anche gli artisti più “romantici” devono farsi i conti in tasca! :D

Come incorniciare le foto:

Cercate sempre di dare un aspetto professionale al vostro lavoro inserendo le vostre foto in una cornice adatta, questo non vuol dire che non deve essere il più semplice possibile…anzi! evitate le cornici a giorno, oltre ad’essere una soluzione antica crea dei fastidiosi riflessi sulle immagini…a proposito…cercate di stampate su carta opaca.
Per le mie foto ho incollato le immagini su un cartone di misura inferiore, a sua volta incollato sul cartonlegno. In questo modo ho creato un ombra sotto la foto che dava l’idea che la foto “fluttuasse” sopra il cartonlegno.

foto_mostra_lucidistorte

Scegliere un tema

A parità di qualità, una raccolta casuale di immagini non avrà mai lo stesso effetto di un gruppo di immagini legate trà loro da un tema o da una storia.
Potete fotografare anche una pera, ma se la inserite in un contesto legato alla cucina o alla di frutta avrà il suo senso.
Io ho scelto il tema da cui prende nome il mio sito e tramite il quale mi sono avvicinato al mondo della fotografia, le luci distorte. L’idea è molto semplice, ho preso diversi modelli a cui ho detto di tenere in mano una lampadina (a risparmio energetico ;) ) e gli ho chiesto di mostrarmi una parte di loro.

Presentazione Progetto fotografico

Esporre da soli o in compagnia??

Se è la prima volta che vi preparate ad’esporre, sarà molto più facile organizzarvi insieme ad’altre persone…specialmente quando ancora non avete un nome, vi faranno comodo le persone che verranno all’evento perchè invitate da un altro artista.

Non bisogna per forza condividere la mostra con un fotografo. Pittori, scultori, musicisti e altri artisti possono partecipare, dando un valore aggiunto all’esposizione! Durante la mia prima mostra infatti, nello stesso locale suonavano due artisti, un cauntatore e una blues girl.

Come pubblicizzare l’evento??

La tua mostra ha bisogno di pubblico.
Inizia con i tuoi amici e la famiglia, poi passa a internet: tra Twitter, Facebook, MySpace, Flickr, forum online, e-mail e il tuo sito web personale o blog, dovresti riuscire a pubblicizzare bene il tuo evento!

social_network Ricordatevi che internet non basta, le persone che verranno saranno sicuramente quelle con cui avete un rapporto “reale” continuo…quindi aumentate le relazioni pubbliche.

Trova degli eventi e cerca di conoscere persone con i tuoi stessi interessi, a cui farebbe piacere venire a vedere i tuoi lavori…il giudizio degli estranei è sicuramente più oggettivo dei tuoi familiari ;)

Come comportarsi durante la mostra:

Dovete essere in ogni angolo e in ogni conversazione, non ritengo giusto invitare degli amici a un evento e poi non dargli la giusta importanza al momento del loro arrivo…
Se notate uno sconosciuto che guarda con interesse una vostra opera, cercate di attaccare bottone, fatevi spiegare il perchè del suo interesse e se avete degli aneddoti su quell’immagine, raccontateli senza timori.

colorful_friends_by_shelbyhoving

Naturalmente ci saranno le critiche. Io sono un pò permaloso e devo dire che il solo pensiero che una persona si avvicini a una mia foto e che dica “che schifo” mi fà stare in pensiero. Cercate di non buttarvi mai giù…specialmente nelle prime mostre avrete molto da imparare quindi prendete i commenti con serenità e se sentite qualche criticone parlare…fategli un sorriso e cercate di capire il perchè delle sue critiche.

Infine, mettete in un angolo il libro dei visitatori detto anche “guestbook” dove potete raccogliere i nomi, gli indirizzi e-mail, e forse anche i commenti delle persone che hanno visto le tue foto. Rimani in contatto con loro tramite una e-mail di tanto in tanto e fagli conoscere il tuo sito web, o il tuo prossimo spettacolo.

guestbook_michele cirillo

Spero che i miei consigli “freschi di mostra” vi abbiano aiutato, ora mi aspetto di essere invitato alla vostra esposizione! :)

Aggiornamento:

Come ho scritto nei commenti, ultimamente faccio stampare le mie foto su carta fotografica di grammatura pesante (almeno 170gr) e poi incollo le fotografie con dello scotch biadesivo su dei pannelli di forex da 5mm dal costo di 2 euro l’uno. Questa soluzione mi permette di staccare e rincollare le foto sui pannelli a seconda della mostra che dovrò fare in modo tale che devo affrontare la sola spesa della stampa, mentre il supporto (il pannello in forex) è riutilizzabile.

Questo post è stato scritto il Consigli e taggato come , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

45 Commenti a Consigli: Come organizzare una mostra

  1. Piero scrive:

    Ciao, bell’articolo, molto interessante, ma volevo chiederti:

    Se il proprietario del bar mi offre la saletta del bar, ho bisogno di permessi dal comune per esporre le mie foto? (non c’è nessun compenso o giro di moneta). Grazie.

  2. Vanessa scrive:

    Ciao Michele, molto interessante il tuo blog e utile ma per quello che sto organizzando ci vuole un consiglio in più se gentilmente riesci! :D
    Scatto da circa 5 anni e ogni anno organizziamo una mostra all’aperto in una piazzetta sul Mare nella bellissima isola della Sardegna; quest’anno però volevo coinvoglere più fotografi, crando proprio un Contest Fotografico a premi e non ho una semplice mostra, son i visitatori che stabiliranno il vincitore (se hai qualche idea su come disporre la votazione è ben accetta);
    Inoltre essendo all’aperto ed essendo una piazza devo creare un supporto avreti qualche idea brillante da darmi? il tema del contest è “Frammenti di Sardegna” (usi+costumi).
    Grazie in anticipo

  3. Ennio scrive:

    Ciao Michele, stavo cercando dei consigli tecnici per una serie di piccole mostre fotografiche collettive a tema ornitologico e direi che…ho trovato nel tuo sito le risposte che cercavo!
    Le nostre foto saranno fissate a dei pannelli in polietilene alveolare nero, che ho trovato in un grande catena di materiale per il “fai da te”.
    Solo una domanda: nella pratica dove posizioni il nastro biadesivo sul retro della foto? Su tutto il perimetro o soltanto su due lati? Ne metti un pezzettino anche al centro? In una mostra precedente abbiamo utilizzato un tipo di biadesivo definito “rimovibile”, meno forte di quello classico per usi generici, ma l’esperienza è stata negativa perchè le foto tendevano a staccarsi da sole a causa del semplice incurvamento della carta dovuta, penso, alle fluttuazioni dell’umidtà dell’aria.
    Grazie mille!!

    Ennio

    • Michele Cirillo scrive:

      Caro Ennio, sappi anche il bi-adesivo non rappresenta la soluzione ideale per il fissaggio della foto sul supporto.
      Ho comunque ottenuto buoni risultati posizionando il nastro su tutto il perimetro e al centro tramite una linea che seguiva il lato più lungo. ;)

      Tienimi aggiornato ;)
      Mike

      • Ennio scrive:

        Ciao, ho scritto del biadesivo perchè l’idea era quella di potere cambiare (e recuperare) qualche foto da una mostra all’altra.
        Avevamo anche pensato di adoperare quegli angolini adesivi che si usano negli album fotografici ma, a parte qualche dubbio sull’estetica, temo che questi non impedirebbero alle foto di ingobbarsi dopo qualche giorno…
        Che ne pensi?
        Ad ogni modo, pensando invece di incollare “tenacemente” le foto su un pannellino di dimensione leggermente inferiore di cartonlegno, che faccia spessore, consigli sempre la colla spry? Il tutto sarebbe poi fissato al pannello plastico grande tramite biadesivo staccabile e si ritornerebbe, quindi, alla possibilità di cambiare alcune foto se necessario. Ancora grazie! Ennio

    • Si usa un prodotto tipo plastilina. Si chiama Patafix costa 4 o 5 euro, ed è in vendita in quasi tutti i colorifici. Non unge, non incolla ed è facilmente rimovibile e riutilizzabile. Si prende un pezzettino, si fa una pallina con le dita, e poi la si schiaccia allargandola. si applica sul retro della foto, ai quattro angoli ed al centro, o dove lo si ritiene necessario. Si gira poi la foto e la si applica al pennello, leggermente fino a quando non fa presa. L’ho trovata estremamente utile, anche per non far scivolare oggetti delicati, in bilico nei ripiani. Quando si deve staccare agire molto lentamente perché fa un’ottima presa, ma non lascia alcun segno. Ho visto solo ora questa richiesta, perchè cercavo altro, ma penso che quest’idea valga sempre. Ciao e dimmi come ti sei trovato. Saluti Pino

  4. Marinella scrive:

    Ciao Michele! Sono titolare di un Bed&Breakfast a Riccione (RN) e avrei disponibile una saletta per organizzare una mostra di quadri e/o foto…non sono esperta nel settore quindi avrei bisogno di informazioni per quanto riguarda il set-up della sala e magari anche dei tuoi consigli su come entrare nel mondo dell’arte…intanto ti ringrazio molto..Marinella

  5. luino scrive:

    CARTONLEGNO!!!??? ma da dove vieni, da marte? si chiama faesite

  6. mirko scrive:

    Interessante. Io vorrei mettere a disposizione un piccolo spazio espositivo per foto quadri e sculture nel mio negozio a Verona. Vorrei trovare delle persone della mia zona interessate! Potresti darmi qualche dritta?

    • Michele Cirillo scrive:

      Che bella notizia Mirko!
      Se vuoi possiamo cercare insieme dei fotografi chiedendo ai lettori del blog ;)

      Fammi sapere!
      Mike

    • Mauro scrive:

      Ciao Mirko,
      io sono a pochi km da Te e se Voui possiamo parlare per l’allestimento di una mostra completa di Foto e Oggetti da tutto il Mondo a scopo benefico, se sei interessato contattami in privato, (info@—-.com) Grazie, ciao.
      PS. ringrazio il buon Michele per le preziose info e l’ospitalità nel suo blog

  7. Luciano scrive:

    Grazie per i consigli,proprio tra alcuni mesi voglio esporre al pubblico 16 ritratti 30×45 in una sala vuota,in occasione di una festa paesana.
    Il consiglio che piu’ mi interessa e’ quale materiale usare per far sembrare il piu’ possibile una tela il supporto 50×70 della foto,siccome la stampa su tela costa troppo per me.

  8. Emanuele scrive:

    Ciao Michele, preziosi i tuoi appunti perchè amabilmente “normali” e vissuti, si sente, mi hai messo un tarlo…vedremo. Grazie ancora

  9. matteo apuzzo scrive:

    l’articolo e’ molto intressante,complimenti.
    ti volevo chieder una cosa io sono stato invitato ad una mostra fotografica dalla figli di un mio carissima amico, come devo comportarmi cosa posso portare in omaggio,??
    se mi rispondi mi fai un piacere
    grazie saluti e auguri anche a te

  10. matteo apuzzo scrive:

    cia0 io sono stato invitto dalla figlia di un mio carissimo amico,
    cosa deo portare come omaggio? ti ringrazio della risposta.
    saluti.

  11. Sara scrive:

    Ciao,
    ero in cerca di info sull’organizzazione di una mostra perchè anch’io ne sto organizzando una. Ho due domande da farti. Dal momento che l’evento è patrocinato da un’amministrazione pubblica, ed il budget è decisamente ridotto, ho dovuto optare per una soluzione un pò… alternativa per quanto riguarda i supporti per le foto: useremo delle lavagne!!! La mostra si svolgerà all’aperto, in un cortile antico, molto grande. Per appendere le foto ( stampate su forex, dello spessore di 2 cm) potremmo usare dei nastrini colorati da appendere a chiodini fissati sul bordo superiore della lavanga, oppure qualche “sistema” di ventose, biadesivo, patafix… non so. Dimmi la tua!
    Seconda domanda: se qualcuno dovesse essere interessato all’acquisto di una delle foto, che tipo di prezzi vanno applicati? io ne no ho idea, ma qualcuno me lo chiedeva. é una collettiva, per cui, sarebbe o meno il caso di definire un prezzo fisso per ciascuna foto?
    Grazie mille.

    Sara

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao Sara, ti rispondo punto per punto:
      1- Per attaccare le foto utilizza gli appendi quadri in carta adesiva con triangolino in metallo. Li trovi in ogni ferramenta.
      2- Non esiste un “prezzario” per le fotografie. Se è una collettiva penso che sarebbe giusto decidere il prezzo a seconda del supporto e della dimensione della foto ;)

      Grazie per essere passata sul mio blog, continua a seguirmi
      Ciao
      Michele

  12. Paola scrive:

    Ciao,
    complimenti per il sito mi piace parecchio… E anche ciò che scrivi è molto interessante ;)
    Volevo chiederti un’info. Io ho uno spazio che vorrei utilizzare per esporre quadri e perchè no anche foto. Il luogo è in società con un’altra persona ma non è molto convinto perchè non vede guadagno. Essendo un luogo poco noto, sto cercando di fargli capire che prima dobbiamo investire su un’artista e creare l’evento attorno, ovviamente vuole numeri. Sto quindi preparando una sorta di business plan (comprensivo di SWOT Analysis – scusa ho un’impronta economica) è molto approssimativo, qualche consiglio su costi e ricavi? Inoltre, per organizzare qualcosa del genere che permessi o quali normative devo attenzionare? Ho organizzato comizi e piccole fiere finora, quindi sono nuova del settore e cmq mai fatto tutto da sola ma sempre in TEAM.
    Grazie Paola

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao Paola, mi dispiace ma di SWOT, costi e ricavi, e di numeri più in generale non ho mai capito molto.
      Quando espongo le mie fotografie mi ritengo fortunato ad essere sempre invitato, visto che di solito per esporre l’artista paga…e nemmeno poco.

      Per essere sinceri, non mi piace speculare sull’arte, perché prima o poi si arriverà a far esporre solo gli artisti che “portano gente” e magari la qualità non è delle più elevate. Ma questo è solo il mio personalissimo punto di vista. ;)

      Fammi sapere come riuscirai ad organizzarti!
      Ciao
      Michele

  13. Giulia-t scrive:

    molto interessante il tuo blog e le tue foto mi sono piaciute molto :) avevo in mente di organizzare una mostra. Sono venuta qui! Da totale inesperta ti chiedo a quanto potrebbe ammontare il costo del il luogo per l’esposizione?
    Giulia

  14. emanuela scrive:

    ciao!il tuo blog è davvero interessante dettagliato nei consigli che dai alle persone che come te piace l’arte e che cercano la possibilità di emergere di far vedere al mondo la loro arte…
    il mio ragazzo è un fotografo, che si ispira ai quadri del 600, Caravaggio…stampa le sue foto su tela cosicchè le sue foto risultino dei veri dipinti…purtroppo non è mai riuscito a far una mostra dei suoi lavori…mi sapresti indirizzare qualcuno che sia interessato?grazie^^

  15. Marco scrive:

    Ottima guida! terrò a mente i consigli :)

    PS Complimenti per questo tuo blog, fenomenale! ;)

    • La Eli scrive:

      Ho trovato il tuo blog cercando di capire cosa fare dei miei dipinti…. Anche se le tue sono foto, è stato utile!!!!

  16. francesco scrive:

    Ciao Michele, grazie per i consigli che metti a disposizione sul tuo fantastico blog. Sto organizzando con due amiche una mostra, la prima fatta autonomamente. In una gantica alleria di una scuola di Maglie (le). Pensavo di stampare le immagini su forex ma effettivamente i costi sono eccesivi e ho deciso di utilizzare il tuo sistema con i pannelli di forex e il cartoncino posto dietro la fotoper staccare l’immagine dal supporto e renderla come dici tu “fluttuante”. Una domanda ma per cosa serve la colla spray? Hai altri consigli da dare? Posso disturbarti magari su una mail per chiederti altri consigli? Grazie anticipatamente per la disponibilitá. Francesco C. S.

    • Mike scrive:

      La colla spray serve per attaccare la foto (stampata su carta fotografica) sopra il supporto che si sceglie di usare: cartoncino, forex o quant’altro.
      Ultimamente come ho scritto preferisco usare lo scotch biadesivo in modo tale che posso eventualmente staccare la foto dal supporto più facilmente! ;)

      Se hai bisogno di altri consigli scrivimi pure una mail.
      Ciao
      Mike

  17. valentina sarritzu scrive:

    Io ho una mostra-aperitivo sabato e sono un po’ in alto mare causa altri impegni e soprattutto non ho voluto stampare su pannelli forex che costano moltissimo. Volevo chiederti, quanto era lo spessore del tuo cartonlegno? Domanda un po’ cretina forse: dove hai comprato la colla spray?

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao valentina!
      Lo spessore del cartonlegno che ho acquistato era di 4mm, se posso darti un consiglio ultimamente per le mie esposizioni faccio stampare le foto su una carta con una grammatura abbastanza pesante (circa 200gr) e poi incollo le foto con il bioadesivo su pannelli di forex da 5mm, in questo modo posso riutilizzare il pannello più volte staccando e rincollando le foto che preferisco.
      Sei di roma? per la colla spray puoi rivolgerti da Vertecchi che ha praticamente tutto! :)

  18. Barbara scrive:

    Ciao!! mi piace molto il tuo blog!!! è carino, colorato, utile e scorrevole! ci piace!!!!
    per quanto riguarda la mostra fotografica beh, direi che in alcuni punti mi sei tornato utile e mi hai fatto venire delle idee anche se non so da dove cominciare, perchè anchio sarei interessata. Ah il mio blog è sempre in fase di realizzazione però se poi ci dai un occhiata mi potresti giudicare e commentare le foto che ho fatto ad alcuni miei lavori visto che sei un fotografo! grazie!!! ciao!

  19. Cinzia scrive:

    ciao Michele! grazie per i tuoi consigli!!! stopreparando la mia prima mostra fotografica e tu mi hai aiutato molto!!!! pensavo di usare però dei supporti neri per far risaltare meglio le mie foto…cosa mi consigli?

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao Cinzia!
      Il nero è molto usato per incorniciare le foto, ma non rappresenta sempre la soluzione migliore specialmente se la foto è molto scura oppure ha una predominante di nero vicino ai bordi.
      Per questo ti vorrei consigliare una cornice di un colore neutro, come il grigio (anche molto scuro) o il beige.
      Grazie di essere passata tra le pagine di questo blog e….facci vedere le tue foto! :)

  20. Barbara scrive:

    Con molto piacere! Se capiti li per il 7 le potresti vedere dal vivo ^_^ Ma se vuoi io le posto tutte sul mio Facebook. Non avendo una gallery non posso fare altrimenti. cercami come Barbara Paolangeli ^_^

  21. Barbara scrive:

    Grazie per le dritte ^_^ Pensa esporrò proprio al Foollyk il 7 aprile. E l’idea del guestbook mi piace.

  22. giorgio scrive:

    grazie molto utile… indispensabile
    ne approfitto: come incolli e con cosa
    affinche non si “imbarchi” il tutto?

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao Giorgio, grazie a te per aver visitato il mio blog!
      Per incollare il cartone al cartonlegno puoi utilizzare della colla spray oppure il vinavil, basta che non sia troppo diluito perchè il cartonlegno se è molto sottile potrebbe curvarsi.
      Per quanto riguarda invece incollare le foto sul cartone, io preferisco sempre lo scotch biadesivo. In quanto al termine della mostra, potrò sempre staccare delicatamente le mie foto e così facendo riutilizzare sia le foto che la cornice per altre esposizioni! ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>