Il formato RAW:

Il formato fotografico RAW, come sfruttarlo al meglio.

Il formato RAW rappresenta una rivoluzione nel campo della fotografia digitale, il file RAW infatti non è un immagine, ma è un insieme di informazioni raccolte dal sensore e immagazzinate sulla scheda di memoria, pronte per essere usate tramite programmi come “Camera RAW”, “Photoshop” o “Lightroom”.

formato_raw

Ho fatto molta fatica a trovare delle informazioni serie riguardo a ciò che riguarda i files Raw in quanto c’è molta disinformazione a riguardo…cercherò di spiegarvi al meglio come usare questo formato illustrandovi le ragioni per cui si dovrebbe scattare in RAW ma anche i motivi per cui in alcune situazioni è meglio non farlo.

La fotocamera: come scatta in RAW?

Quando una fotocamera digitale fa un’esposizione sul sensore (che si tratti di CCD o CMOS), essa registra la quantità di luce che ha colpito ogni singolo pixel. Questa luce è registrata come un livello di tensione elettrica per poi trasformare questa tensione in una rappresentazione digitale dell’immagine.
A seconda del circuito della macchina fotografica, (12 o a 14 bit) si avranno più o meno livelli di luminosità.

Quindi, se la fotocamera registra 12 bit di dati, ogni pixel sarà in grado di gestire 4.096 livelli di luminosità (2 ^ 12), se invece ha 14 bit, allora registrerà 16.384 diversi livelli di luminosità (2 ^ 14).immagine_16bit

Fino adesso abbiamo parlato del modo di acquisizione del segnale luminoso, ma la rappresentazione finale dell’immagine dipende dall’impostazione di salvataggio delle foto quindi Jpg – Jpg small – RAW etc..

Se decidi scattare in RAW una volta scaricato sul pc dovrai caricarlo su un programma di conversione e solo successivamente potrai salvarlo in due modi:

  1. Salvarlo in TIFF o PSD per preservare tutti i livelli di luminosità. (i 12 e i 14 bit registrati saranno “spalmati” in 16 bit)
  2. Salvarlo in JPEG che viene convertito (compresso) in 8 bit in quanto il JPEG puo gestire solo 256 livelli di luminosità.

Scattare in RAW:

Scattando in RAW la fotocamera crea un file di configurazione che contiene tutte le impostazioni della fotocamera, inclusi il contrasto e la saturazione, la temperatura di colore, il bilanciamento del bianco, etc…

Il bilanciamento del bianco (descritto in questa guida) è il processo di rimozione della dominante di colore presente nella scena, facendo in modo che gli oggetti bianchi che vediamo ad occhio nudo, siano bianchi anche nella foto. Queste dominanti di colore nelle immagini JPEG possono essere eliminate in post-produzione, ma rovinando irrimediabilmente la gamma cromatica e la (bassa) profondità di bit.
I file RAW vi permettono di impostare il bilanciamento del bianco dopo che la foto è stata scattata, senza eliminare le informazioni dell’immagine presenti nel file e offrendo una “gamma dinamica di luminosità” maggiore di un file JPEG.

Ecco per esempio come si presenta l’istogramma dopo una regolazione dei livelli in RAW:

regolazione_livelli_raw

Questo invece è l’Istogramma dopo una lavorazione dei livelli in JPG (notare le righe bianche: mancanza di informazioni)

regolazione_livelli_jpg

Questi dati riguardanti l’immagine RAW sono quindi salvati sulla macchina fotografica, insieme al file che contiene l’immagine senza compressione.
(Sappiate che alcune aziende come Nikon e Kodak in particolare, utilizzano un leggero algoritmo di compressione anche quando scegliete di salvare le foto in RAW).

Scattare in JPG invece, vorrà dire applicare una compressione potenzialmente distruttiva al file, applicando alla foto nel momento dello scatto il bilanciamento del bianco, il contrasto e la saturazione, che non potranno più essere modificati senza degradare in qualche modo l’immagine.

Il formato di file RAW usa quindi una compressione senza perdita di dati e questo si traduce con dei file molto pesanti, che con una fotocamera di 15megapixel possono superare tranquillamente i 25mega.

Nonostante tutto possiamo avere dei buoni motivi per scattare in jpg…vediamo quali:

I pregi e difetti del JPG:

  • I JPG sono universali.
  • I file sono meno pesanti e non avrete bisogno di supporti con molta memoria a disposizione.
  • Per la maggior parte delle applicazioni la qualità delle immagini è più che sufficiente (siti web, rivedere le foto al pc, etc.).
  • Non dovrete necessariamente post-produrre le vostre foto, risparmiando un sacco di tempo.
  • Molte fotocamere digitali (specialmente le bridge) hanno un livello di buffer ridotto, che consente di scattare in modalità scatto continuo con maggiore velocità rispetto a quando si lavora in RAW.
  • Ogni ritocco che farete all’immagine comporterà un degrado rispetto al file originale.

I pregi e difetti del formato RAW:

  • Il file RAW è paragonabile alla vecchia pellicola non sviluppata, essa contiene ha al suo interno esattamente quello che è stato catturato dal sensore, niente di più e nulla di meno.
  • Il fotografo è in grado di ottenere la massima qualità d’immagine possibile e avere la possibilità di utilizzare diversi tipi di post-produzione in futuro il tutto senza rovinare l’immagine originale.
  • Dovete avere un software per la gestione dei file RAW, quindi non potrete scaricare le foto a casa di amici che non hanno questi programmi.
  • Anche se tramite la fotocamera imposterete delle correzioni cromatiche come il bilanciamento del bianco, il file RAW non sarà realmente modificato in quanto le impostazioni che avete scelto verranno scritte nei metadati e non sull’immagine.
  • Il più grande vantaggio di scattare in RAW è che si ha la possibilità di lavorare con un immagine a 16 bit (post conversione raw). Questo significa che il file avrà 65.536 livelli su cui lavorare. Con un file JPG (8 bit) avremmo solo 256 livelli di luminosità disponibili. Questa è una caratteristica importante quando si modifica l’immagine, soprattutto se si sta cercando modificare la luminosità della fotografia.

I programmi per gestire i file RAW:

Sperando che un giorno le varie case costruttrici si mettano d’accordo per un unico formato RAW, purtroppo attualmente ogni programma codifica i file in maniera diversa. Nella maggior parte dei casi il software fornito dalla casa costruttrice della fotocamera è gratuito anche se credo che i software migliori per la gestione dei RAW siano quelli offerti da terzi, che oltre ad essere trumenti più potenti e completi hanno anche un interfaccia d’utilizzo più facile e intuitiva.

Tra i programmi migliori vi consiglio: Camera Raw (ora integrato con Photoshop), Lightroom, Capture NX (solo per Nikon), Raw Therapee.
La caratteristica più importante di questi programmi è che permettono di elaborare contemporaneamente un gruppo di immagini risparmiando così molto tempo.

Esempio di correzione colore di un file RAW:temperatura-colore_freddatemperatura-colore_calda

Per concludere:

Alcune fotocamere possono salvare sia i file raw e JPG contemporaneamente, per me questa rappresenta la soluzione ideale. In questo modo avrete tutte le foto pronte per essere utilizzate e se ho bisogno di ritoccare qualche immagine ho sempre il RAW a disposizione.
Certo, dovrete avere molta memoria a disposizione, ma per fortuna le schede di memoria non costano molto quindi direi che se dovete fare uno shotting professionale diventa quasi obbligatorio questo tipo di soluzione.

Avete avuto esperienze positive o negative con i file RAW? avete qualche trucco da condividere? scrivetelo nei commenti!

Questo post è stato scritto il Fotografia e taggato come , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

20 Commenti a Il formato RAW:

  1. Canale Parola Raffaele scrive:

    Ciao Michele, ho 3 reflex Nikon: D3000, D5000 e, da pochi giorni, la D7100; ho aggiornato i programmi Capture NX2 e View NX2 (quest’ultimo con il CD allegato alla D7100 e, poi, aggiornato alla versione 2.7.6 a 64 bit)- Orbene, il programma ViewNX2 legge e carica sul PC la foto in formato RAW (NEF) scattata con la D7100 ma mi ESCLUDE ogni possibilità di fotoritocco; infatti, tutti i vari sliders di manipolazione (bilanciamento del bianco, temperatura del colore, nitidezza, contrasto, luminosità, ecc. ecc.) NON sono attivi!! Questo problema si verifica sia con file RAW a 12 che a 14 bit!- Se carico foto RAW-NEF scattate con la D3000 e con la D5000 lo stesso programma,invece, funziona perfettamente!!! Inoltre, il programma Capture NX2 -vers 2.2.4- carica, legge e permette la manipolazione del fotoritocco della foto RAW scattata con la D7100, ma al momento del salvataggio della foto ritoccata in formato RAW appare ” AVVISO (7) IMPOSSIBILE SALVARE IL FILE!”- tutto bene se,invece, la salvo in formato JPEG!!- ( Lo stesso programma Capture NX2 funziona perfettamente con i files RAW-NEF fatti con la D3000 e con la D5000 e successivamente salvati in RAW dopo il ritocco!! )- Ho provato a variare i vari menu “Impostazioni” e “Di Ripresa” della D7100 ma il risultato è stato sempre negativo e uguale sia con ViewNX2 e sia con Capture NX2- Mi puoi aiutare a risolvere il problema della D7100?? Grazie – Raffaele

    • Michele Cirillo scrive:

      Ciao Raffaele,
      è la prima volta che mi capita di sentire un problema simile. E’ molto strano infatti, che il software proprietario di mamma Nikon non consenta di gestire i .NEF.

      Prova ad evitare l’importazione automatica con Nikon Transfer, ma importa i tuoi file direttamente da Capture (File/Avvia Nikon Transfer) o da View NX (pulsante Transfer).
      Se siamo fortunati, in questo modo dovresti aver risolto il tuo problema ;)

      Buona giornata!
      Mike

  2. Simone scrive:

    Ciao Michele io ho una Canon
    Con il programma fornito dalla casa ho provato a modificare la nitidezza di una foto scattata in raw, trasformandola in jpeg perchè la voglio inviare.
    Ma con la trasformazione del formato queste modifiche praticamente non vengono apportate e si vede!
    Come devo fare?

  3. valeria scrive:

    molto utile l’articolo ^-^ ho scaricato raw therapee ma…non so onestamente dove mettere le mani o_o è la prima volta anche che uso il formato RAW. Sapresti consigliarmi un sito dove spiegano qualcosa sul funzionamento di questo programma? o magari,se c’è un tuo articolo in riguardo che non ho visto :) grazie!

  4. Danilo scrive:

    Sono croppate e anche di bassa qualità, però il senso lo danno
    DNG
    http://www.pikky.net/uploads/ed6071fe99d81a896badf19119651b6deeb61f13.jpg
    JPEG (quello che salva sempre la canon contestualmente)
    http://www.pikky.net/uploads/2cc5fce7b9c1300ebb1d99f96a0eb82e42ef4349.jpg

    Simpatico scherzetto, vero ?

  5. Danilo scrive:

    Il primo esperimento con Canon SX10 e CHDK ho ottenuto un bel DNG con puntini rossi cosa che non si vedono nel jpeg relativo; se questo è il vantaggio del raw ….
    Se serve posto i link.

  6. Manuele scrive:

    Perchè se apro il mio .cr2 con RawTherapee le immagini sono tagliate e di altri colori?
    Mi sto scervellando e anche con Ufraw le immagini sono rosa :(
    È la sfiga?

  7. Danilo scrive:

    Il raw lo si può comprimere (senza ovviamente perdere informazioni preziose) per ottimizzare l’archiviazione su disco ?
    Se dai miei raw (+jpeg) sviluppati ottengo lo stesso jpeg della macchina fotografica (almeno visivamente mi sembra), non è che il raw spesso non serve a nulla ?

    • Mike scrive:

      Il RAW serve…eccome se serve! Conserva una quantità di informazioni enormi rispetto al jpeg e ti consente di post-produrre la foto in maniera meno distruttiva, per non parlare della comodità di bilanciare il bianco successivamente…per il problema di spazio puoi sempre scattare in S-RAW ;)

  8. ida scrive:

    salve, ho una nikon d3100. scattando in formato raw il programma lightroom 3 non me li legge…..come devo fare…???? il programma mi legge solo il jpeg..
    …….
    grazie
    Ida

  9. Jessica Bertolina scrive:

    Come faccio a correggere il rumore causato dall’alto valore ISO su una foto in raw?

    • Mike scrive:

      Con un programma di fotoritocco come photoshop o lightroom oppure con un apposita utility ;)
      Molto presto scrivero una guida su come eliminare il rumore dalle fotografie…continua a seguirmi!

  10. Mattia Giordano scrive:

    Ciao io ho una nikon D3100 che mi da la possibilità di salvare in Raw+FINE jpeg
    Ma se scatto salva su un unica foto,come faccio a usare solo il raw o solo il jpg?

    • Mike scrive:

      Ciao Mattia!
      Stai facendo un po di confusione:
      Se l’impostazione della tua Nikon è “RAW + Jpeg” avrai due foto ad ogni scatto: una in RAW e una in Jpeg.
      Se vuoi salvare solo il RAW devi scegliere l’impostazione “RAW” senza selezionare anche Jpeg.

      Ciao
      Mike

      • Mattia Giordano scrive:

        Grazie comunque sul menu della macchina me le da come un unico file anche se poi effettivamente salva entrambi i file,probabilmente è una scelta dei programmatori per non avere immagini doppie sulla macchine e creare confusione!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>