Istanbul, arrivo.

Visto che conoscete la mia passione per i viaggi, ho il piacere di dirvi che sabato prossimo partirò per Istanbul! :)

istanbul (2)

A dir la verità non è stato un viaggio programmato. Da tempo cercavo un offerta per poter passare un po di giorni fuori dall’Italia e ho trovato un pacchetto niente male…volo + hotel situato nella parte vecchia della città. Sarà sicuramente un ottima occasione per documentare con la mia reflex questa splendida città, che rappresenta il principale centro industriale, finanziario e culturale della Turchia dove si fondono i suoi 2000 anni di storia, con la più moderna occidentalizzazione.

Grand_Bazaar_Istanbul

Per non perdermi i posti più suggestivi e interessanti ho pensato di chiedere qualche informazione ad un “collega”, il blogger Giuseppe Trisciuoglio che da tempo gestisce eurotrip.it, un portale dedicato ai viaggi ma non solo, visto che anche Giuseppe è un appassionato di fotografia ;) …ecco quindi i suoi consigli per un reportage fotografico a Istanbul:

“Un ciao a tutti i lettori del blog “Luci Distorte” e un caro saluto a Mike che mette a disposizione tutti i suoi fantastici articoli in materia di fotografia…ecco i miei consigli su cosa fotografare ad Istanbul:”

Moschea Blu

E’ il luogo più affascinante della città. Entrando in questa moschea si respira un’aria da mille e una notte. Il mio consiglio e cercare di fare uno scatto dove si coglie il momento di preghiera. La religione è molto sentita nella cultura turca anche se la città ad un primo impatto può sembrare una città europea e non asiatica. Bellissime sono le cupole al suo interno, un grandangolo può essere l’obiettivo giusto per la moschea.

istanbul (3)

Aya Sofya

Ad un passo dalla Moschea Blue c’è la Basilica di Aya Sofya uno dei pochi edifici della città ad essere stato chiesa e moschea. Costruita per volontà dell’imperatore Costantino, l’edificio è famoso per i suoi graffiti e per le fantastiche colonne. I suoi interni sono ricchi di dettagli e l’obiettivo più adatto è un macro che può aiutarci a portare a casa una fantastica fotografia.

Gran Bazar

Il Gran Bazar forse è il mercato al chiuso più famoso al mondo. Ormai è diventato un posto turistico ma è ancora molto suggestivo visitarlo. Qui ci si può bizzarrie con tutto dalla macro, alla fotografia di strada. Consiglio di prendere un cay in uno dei tanti caffè del Bazar.

istanbul (4)

Cisterna Romana

La cisterna romana è uno dei luoghi più particolari di Istanbul, un luogo buio dove per portarsi a casa uno scatto di quello che si vede è difficilissimo. All’interno è proibito l’uso di cavalletti e l’unica cosa su cui possiamo contare è la nostra mano fredda. L’atmosfera è molto affascinante e le fantastiche colonne romane sono tinte da una luce rossastra e i giochi di riflessi sull’acqua sono unici.

Topkapi e Harem

Il palazzo del sultano e il suo harem sono gli edifici più belli della città ricchissimi di dettagli da fotografare. Come per  l’Aya Sofia un obiettivo macro e un grandangolo ci può essere molto d’aiuto. Purtroppo non è possibile fare scatti all’interno delle sale dove sono contenuti i gioielli del sultano quindi Michele fai attenzione, i turchi non amano molto gli italiani che non rispettano le regole. Al Topkapi puoi fotografare anche i suoi fantastici giardini che sono ricchi di fiori e di piante colorate.

Istklal Caddesi e Nevidade Sokak

Ti consiglio di fare un giro in queste due vie che sono il fulcro della vita ad Istanbul. Queste strade sono perfette per la street photography. Piene di negozi e di turchi che fanno acquisti e vivono la città. Se hai tempo prova ad entrare in uno dei tanti arghilè bar e cercare di cogliere l’importanza del fumo nella loro cultura.

I ponti sul Bosforo

Un giro sul traghetto al tramonto sul Bosforo è una di quelle cose che si deve fare assolutamente una volta nella vita. I traghetti sono uno dei mezzi principali di trasporto della città. Al tramonto è possibile assistere ad uno dei più belli paesaggi al mondo con le moschee che fanno da sfondo. Molto belli sono anche i ponti sul Bosforo, ricchi di giovani e di vecchi pescatori che cercano di portare a casa la cena.

“Il mio ultimo consiglio e di cogliere quanto sia una città culturalmente diversa, noterai subito che è un connubio tra tradizione e modernità. Assisterai a scene di donne con il burka e giovani ragazze con i tacchi a spillo e minigonna. Questa è la caratteristica della città turca che mi ha colpito di più. Ti auguro buon viaggio e di divertirti.”

Ringrazio di cuore Giuseppe e vi rigiro la domanda che ho fatto a lui: siete già stati ad Istanbul? Quali sono i vostri consigli? I luoghi più belli da visitare? Fatemi avere le vostre impressioni nei commenti! ;)

Questo post è stato scritto il Viaggi e taggato come , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

14 Commenti a Istanbul, arrivo.

  1. Partirò fra qualche settimana per Istanbul e essendo un viaggiatore/fotografo freelance stavo cercando spunti fotografici proprio per la città turca; articolo davvero ben fatto e con ottimi consigli come anche gli altri articoli del tuo blog…

  2. Daniele scrive:

    Sono tornato ieri da Istanbul e devo dire che è stata un’esperienza meravigliosa. Ho fatto 1600 foto e presto ne pubblicherò qualcuna. Per gli amanti della fotografia Istanbul è veramente il luogo perfetto. Ci sono tantissime cose interessanti da fotografare, la gente è gentile e disponibile, le persone si fanno fotografare volentieri e senza problemi. Se potessi ci tornerei oggi stesso!

  3. Roberto scrive:

    Ciao Mike. Io non sono stato a Istanbul e sicuramente non ho consigli da darti su questo viaggio, tanto meno sulla fotografia visto che ne so molto meno di te :D Ti volevo invece chiedere una cosa che è legata all’aspetto del viaggio legato alla fotografia.
    Per prima cosa quanto questo viaggio per te è fatto in funzione della fotografia, ovvero in che proporzione metti la voglia di girare e la voglia di fotografare qualcosa lontano dalle solite viste di tutti i giorni?
    E un’altra cosa: per questi viaggi in cui pensi di fotografare molto (immagino), preferisci andare da solo per avere maggiore liberta di movimenti e per avere i tuoi tempi, o preferisci andarci con qualcuno?

    • Mike scrive:

      Ciao Roberto,
      per quanto ami la fotografia non permetterò mai che mi rovini un viaggio. L’unica “forzatura” che faccio è portarmi dietro 2kg di reflex dovunque vada…anche la sera al ristorante. Non sono un tipo che si ferma in albergo 4 giorni, anzi, giro molto e trovo sempre spunti interessanti da immortalare…e se non dovessi trovarli magari è l’occasione giusta per ritornarci!

      Per quanto riguarda la compagnia ti dirò, è difficile trovare la persona giusta per un viaggio a prescindere dall’intenzione di documentarlo con delle foto o no. Questa volta partirò con la mia ragazza…credo che un po di buon senso possa far convivere due persone senza troppi problemi, se poi torno single…me ne farò una ragione. ;)

      • Roberto scrive:

        Va beh dai speriamo di no :D
        Comunque rileggendo la mia domanda volevo precisare che non era per farmi i fatti tuoi :) ma solo una curiosità dal momento che ho appurato io stesso che nella mia compagnia di amici ci sono quelli che si stufano quando mi fermo a fotografare qualcosa e solo uno, che ha la mia stessa passione, invece capisce e asseconda. Da quello mi è venuta la domanda dal momento che, per quanto mi riguarda, penso sia un bel trade-off scegliere tra la voglia di condividere il viaggio con qualcuno e la voglia di fotografare senza avere la fretta messa da chi giustamente non condivide la nostra stessa visione in fatto di fotografia.

        Sul fatto di cercare di non essere limitati dalla passione per la foto sono daccordo. Anche perchè tornare a casa con molte foto da un lato è appagante (ancora di più se venute bene), ma bisogna anche cercare di assaporare e gustarsi i posti dal vivo, magari facendo una o due foto in meno e scattandole solo nella nostra mente ;)

  4. Ciao Mike! Buon viaggio a Istanbul, sono sicura che ti piacerà tantissimo…beh, io sono di parte, dato vivo qui… :D Ti consiglio di fare un giro a Fener e Balat ed Eyup. I quartieri che si affacciano su Corno d’Oro, oltre ad essere ricchi di storia, sono di una bellezza autentica e strepitosa! Ti consiglio anche un giretto nella sponda asiatica della città, soprattutto a Uskudar: proprio da qui, infatti, si possono fare foto stupende di Sultanhamet al tramonto… Ciao! Elisa.

    • Mike scrive:

      Ottimi consigli! Grazie mille Elisa ;) hai detto che vivi lì o sbaglio? Sono curioso di sapere se la città perde il suo fascino vivendoci tutti i giorni. Ho la fortuna di avere l’hotel in una zona centralissima nella parte più antica, devo solo sfruttare bene i 4 giorni che ho a disposizione! ;)

  5. Francesca scrive:

    Le tue foto sono bellissime! comunque io ad Istanbul ci sono stata 7 volte! la amo follemente! chiedimi quello che vuoi. Ho messo tutti i miei consigli nella mia scheda http://www.chetiporto.it/schede-citta/istanbul
    fai buon viaggio!
    Francesca

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>